La Scuola

DRIFTING. UN’ARTE CHE CONOSCIAMO BENE.

Dall’anno 2004 il drifting è l’anima e il motore della SCDT (SoloCurveDiTraverso). In tredici anni di attività questa organizzazione, fondata da Nicola Tesini, pilota e istruttore di guida, ha importato e promosso in Italia l’arte inventata oltre trenta anni fa dai giapponesi, lanciando la prima scuola nazionale dedicata a questa disciplina (Drift Fun Day) e la prima serie agonistica in Italia e al mondo riconosciuta da una federazione legata alla FIA (SUPERDRIFT Professional Challenge).

Oltre alla buona intuizione di proiettare il drifting da noi, in questo tempo la SCDT ha fatto scoprire a molti appassionati uno sport unico, entusiasmante e a portata di tutti. Dalla nostra scuola, il Drift Fun Day, e dai nostri corsi, sono usciti oltre mille allievi: alcuni diventati piloti e campioni di drift, altri semplicemente entusiasti di questo nuovo modo di intendere la guida estrema.

 

Nicola Tesini 

Nicola Tesini nasce a Verona il 19 aprile 1962. La prima derapata la confeziona al volante di un’Alfa a… pedali nell’officina del papà. Ha 2 anni. E’ il primo segnale di uno squilibrio latente, l’inizio di una passione per la velocità e l’estremo. Roba che matura bene in una famiglia che respira motori e ha il morbo delle corse.

Figlio di Danilo Tesini – meccanico di Tazio Nuvolari, costruttore di vetture Sport negli anni ’50, primo importatore delle Lotus da competizione agli inizi del decennio ’60, pilota nelle categorie internazionali Sport e F.2 – Nicola, a contatto con una storia così, devia di brutto.

L’adolescenza vissuta al muretto dei box, poi, a 18 anni, l’ingresso nella società delle corse, in pista, passando dalla Formula Italia alla Formula 2000 (2° nel tricolore 1984), dalla Formula 3 alla F.3000, alle vetture turismo (pilota ufficiale Maserati nel mondiale ’87).  Chiude presto, a 26 anni. Imparando molto dalla pista, meno da un ambiente schizofrenico affamato più di budget che di talenti veri. Un’intossicazione velenosa per uno che aveva inalato l’aria mistica e bohemien delle competizioni targate ’70.

Il morbo, però, sta ancora dentro. Sonnecchia per un po’ fino al termine degli studi universitari (laurea in Scienze Politiche). Nel ’91 il risveglio. Su richiesta di alcuni amici giornalisti, inizia a scrivere di motori su quotidiani e periodici di settore. La passione si trasforma in mestiere. Fino ad oggi, fino alla scoperta, nel 2003, dell’universo Drifting. Una filosofia a cui crede. Come tester, istruttore e organizzatore di eventi. L’unica verità per lui nel mondo delle quattro ruote, dove il mito-uomo batte il mito-macchina.

More info: NICOLA TESINI su Wikipedia. 

   
   
SCDT - P.I.02846110233 - 2004-2012 SCDT/E-Siti